Un contesto che per la vicinanza con Roma non ha rivali. Un comprensorio unico, immerso all’interno della più grande area protetta del Lazio. Con un’offerta sportiva e d’ intrattenimento in grado di soddisfare sia sportivi e sciatori (principianti e non), che i semplici visitatori o amanti della montagna. 12802760_10207689355825199_3211475652386724588_nLe piste da scii di Monna dell’Orso, con la nuova sciovia quadriposto, infatti, sono in grado di soddisfare gli esperti, ma soprattutto coloro che si avvicinano per la prima volta alle discipline sportive invernali e necessitano di discese adeguate alla loro preparazione. Con la presenza di maestri per insegnare i rudimenti dello scii e dello snowboard, o per aiutare a perfezionare chi è già provetto sciatore.

Poco più a valle, a Campo dell’Osso, la pista Tricolore, con i suoi tre anelli dai 2,5 km ai 7 km, garantisce invece a chi ama praticare lo sci di fondo, un’esperienza unica, attraverso binari che si snodano lungo boschi innevati e vallate mozzafiato. Sempre a Campo dell’Osso, a Fossa dell’Acero è attiva un’area fun, dedicata a bambini e famiglie. Si tratta di un insieme di discese perfette per lo snowtubing, per esser percorse con slittini, gonfiabili, etc. Il servizio di trasporto degli utenti da valle a cima è effettuato per mezzo di un tapis roulant.

Altra attività che di anno in anno raccoglie sempre più appassionati è, invece, l’escursionismo invernale, soprattutto con le ciaspole (una specie di racchette di neve che messe ai piedi permettono di camminare senza affondare anche sulla neve più fresca). Una disciplina adatta a tutti, a prescindere da chi pratica abitudinalmente sport e non, che permette di fare attività fisica all’aria aperta e godere contemporaneamente delle bellezze del Parco dei Monti Simbruini, delle sue faggete ed i suoi pendii innevati.