nordic-walkingCon l’arrivo del caldo, inizia per gli appassionati della montagna una nuova stagione. Riposti sci e tavole, infatti, arriva l’ora del trekking, della raccolta dei funghi o di una semplice passeggiata. Da qualche anno però, a queste attività tradizionali se ne vanno aggiungendo altre. Alcune più estreme e dedicate agli amanti del pericolo, come il Down Hill (discesa del bosco a bordo di apposite bici), ed altre più rilassanti e alla portata di tutti, come il Nordic Walking. Quest’ultimo in particolare, grazie alla presenza sul territorio di istruttori della Scuola Italiana Nordic Walking, sta vivendo una diffusione inaspettata.

La “camminata nordica” è una sorta di trekking con bastoncini, che non prevede andature veloci ed è adatto a persone di tutte le età, anche atleticamente non preparate. Un modo suggestivo per tenere il fisico in esercizio e godere allo stesso tempo dei paesaggi mozzafiato del Parco dei Simbruini. Nato negli anni novanta in Scandinavia come allenamento a secco per gli sciatori di fondo, il Nordic Walking sta raccogliendo in Italia un numero sempre maggiore di appassionati. Indicatissimo per la riabilitazione post-trauma ed il dimagrimento, la “camminata nordica”, che con una buona tecnica permette di arrivare ad utilizzare addirittura il 90% della muscolatura, distingue tre livelli di difficoltà: benessere, fitness e allenamento. Ognuno può scegliere il livello più adatto alle proprie condizioni fisiche, per affrontare uno tra i circa cinquanta itinerari presenti sul territorio, diversi tra loro per difficoltà e durata (da un’ora ad una giornata intera).

Anche l’equipaggiamento è di facile reperibilità e dai costi contenuti: per iniziare, oltre agli appositi bastoncini, è sufficiente, considerando sempre le temperature del periodo, il classico abbigliamento da jogging. Adatto anche per chi ha problemi posturali o menischi e legamenti in cattive condizioni, il Nordic Walking ha sul fisico effetti e benefici sorprendenti. Oltre a migliorare l’equilibrio corpo/mente e la resistenza fisica, in un’ora di camminata si bruciano molti più grassi (quasi il doppio), rispetto ad un’ora di corsa lenta. Punto di riferimento per il Nordic Walking nel Parco dei Monti Simbruini è l’associazione “Vivere l’Aniene”.